lunedì 11 novembre 2013

Settimane dal 28 ottobre al 10 novembre 2013.



Nelle ultime due settimane è continuata la mia storia con l’infortunio, poche uscite, pochi km e tanta voglia di correre!!!
Mi hanno detto (Ubaldo) di fare uscite brevi e veloci ed io obbedisco! Mi fido di Ubaldo e degli altri amici che, in privato o di persona, mi hanno suggerito di impostare così il recupero da questa “probabile” infiammazione della bandelletta ileo tibiale. “Probabile” perché non mi sono fatto vedere da nessun medico.
Quindi uscite “impegnate” dal punto di vista dello sforzo e della respirazione.
Ho provato a scrivere CM, CV, ecc, basandomi su valori che credo che al momento debbano essere visti al ribasso, nel senso che i 4’17” di CV forse oggi sono quasi la VR. Non faccio velocità da molto, sto correndo poco e poi il fatto di correre poco e continuare a mangiare come quando faccio 100 km a settimana sta anche comportando un aumento di peso…
Venendo al dolore/fastidio: mi ha fatto compagnia fino a mercoledì scorso, poi ho cambiato scarpe (accantonando le Adidas Adistar Boost e tornando alle “Mie” Mizuno Rider 16) e durante l’uscita di giovedì non ho avuto nessun fastidio, venerdì quindi ho provato ad allungare di 10 minuti ed è andata bene; sabato mattina volevo farmi una passeggiata di 50/60 minuti con un gruppetto di amici che avrebbero corso al ritmo della mia CL solo che dopo quasi 7 km mi è tornato il “fastido” ed ovviamente mi sono subito fermato! Forse avrei dovuto riposare e non riprendere subito con 4 uscite di seguito? O forse avrei dovuto continuare e fare un’altra uscita ad un ritmo più veloce? Boh fatto sta che ho fatto l’ennesima sciocchezza! Il lato positivo è che dopo la doccia il fastidio era già sparito.
Ieri, domenica riposo ed oggi non so che fare: fare un’uscita breve e veloce (ad es. 30’ di CM) o riposare e rimandare a domani?


Sabato 02/11/2013: 30’ CV (3,5 km CM + 3,5 km VR), 7 km a 4’17” di media.
Sensazioni: uscita a ritmo sostenuto.
Fc media 168 bpm - Fc max 178 bpm.
Lunedì 04/11/2013: 35’ CM, 8 km a 4’36” di media.
Sensazioni: uscita a ritmo sostenuto; fastidio negli ultimi 500/600 metri.
Fc media 157 bpm - Fc max 170 bpm.
Martedì 05/11/2013: riposo/infortunio.
Mercoledì 06/11/2013: 30’ CV, 7 km a 4’17” di media.
Sensazioni: uscita a ritmo sostenuto... e dopo 5 km mi sono dovuto fermare per rifiatare :-(. Ancora un leggero fastidio.
Fc media 170 bpm - Fc max 181 bpm.
Giovedì 07/11/2013: 30’ CM, 7 km a 4’25” di media.
Sensazioni: uscita a ritmo sostenuto, però nessun fastidio: ho cambiato scarpe!
Fc media 169 bpm - Fc max 189 bpm.
Venerdì 08/11/2013: 40’ CM, 9 km a 4’29” di media.
Sensazioni: nessun fastidio.
Fc media 165 bpm - Fc max 171 bpm.
Sabato 9/11/2013: 35’ CL, 7 km a 4’54” di media.
Sensazioni: fastidio dopo quasi 7 km… fermato e rientrato a casa (facendo quasi altri 2 km camminando). Dopo la doccia era già passato tutto.
Fc media 150 bpm - Fc max 163 bpm.
Domenica 10/11/2013: riposo/infortunio

Infine, visto che il bicchiere si vede mezzo pieno, sto già pensando a cosa fare una volta guarito!
Premesso che vorrei continuare a correre le maratone e che fino a febbraio non dovrei farne nessuna: che faccio? Inizio subito a prepararla (molti mi dicono che oramai non mi servono più 12/16 settimane ma ne bastano anche 7/8) o provo a preparare una mezza o una 10 km?  Faccio potenziamento? Boh, vabbè c’è tempo, devo ancora guarire… però si accettano suggerimenti e consigli!

17 commenti:

  1. La tua stima mi fa piacere!
    Allora, la questione scarpe è interessante. Non vuol dire che le Adidas fossero sbagliate, ovviamente, ma semplicemente una scarpa diversa sollecita in maniera differente le strutture muscolo-tendinee. Quindi si può sollecitare di più o di meno la parte lesa: il tuo, per fortuna, sembrerebbe l'ultimo caso :)
    Riguardo agli allenamenti, direi che per ora non avresti dovuto inserire quella quarta uscita, ma la responsabilità potrebbe essere da ricercare proprio nel ritmo lento, come ben sai.
    Oggi, personalmente, non uscirei nella tua situazione.

    Riguardo alla programmazione dell'allenamento, appena ti rimetti, io farei resistenza generale prima (tipica del periodo), forza e potenziamento (tipici del periodo e da sfruttare per la preparazione specifica più in là) e esercizi di tecnica e core stability.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La quarta uscita l'ho fatta perchè venivo da due giorni in cui non avevo dolori e mi sentivo bene e poi perchè inizio ad andare in crisi da astienza di attività fisica...
      Grazie per i tuoi consigli.

      Elimina
    2. il problema è che passata la fase acuta ci vuole comunque cautela. Il non sentire fastidi nella ripresa progressiva vuol dire che si è sulla strada giusta, ma non che l'infortunio è necessariamente passato. Ci possono volere da 2 a 4 settimane, mediamente, per un ritorno in ordine. Quindi non forzare ancora ;)

      Elimina
    3. Ci provo...(a non forzare) :-)

      Elimina
  2. Ciao,se l'infortunio non ti frena per molto tempo non hai certo bisogno di parecchie settimane per prepararne una,ma considera se ne varrebbe la pena.
    Importante comunque è che il dolore non appaia più e che tu guarisca del tutto.
    Quando il dolore è passato il potenziamento personalmente lo trovo importante,io lo faccio regolarmente ma dev'essere fatto con criterio ed attenzione altrimenti averti l'effetto opposto.
    Il fisio me la fece fare dopo che mi passò il dolore alla bandelletta ma in genere lo faccio per diversi distretti muscolari.
    Le salite aiutano molto,sono un carico naturale!
    Buona ripresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per salite intendi le ripetute in salita? Spero di si perchè perchè altrimenti dovrei farmi un po' di km di macchina...

      Elimina
    2. Non necessariamente,anche i lenti o medi collinari servono..anch'io devo fare diversi km per andarci (25-30km).
      Altrimenti sfrutto le gare trail.
      Ma il ritorno in termini di aerobica e potenziamento è ottimo

      Elimina
    3. Magari inizierò con le ripetute, è logisticamente più comodo (ti ricordo che non ho moglie runner ed ho un figlio piccolo...;-)).

      Elimina
  3. I bocca al lupo di veloce guarigione Saverio, io sul mano sono sempre scettico a correrci sopra, a maggiora ragione che adesso il prossimo appuntamento agonistico e tra tre mesi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sai che non riesco a stare a casa... cmq il problema è che non so come regolarmi. Ad esempio, è da sabato mattina che non ho più fastidio (che nell'ultima settimana non è mai diventato dolore) e domani vorrei provare una mezz'oretta di CM. Altrimenti come faccio a capire a che punto sto con il recupero? Ovviamente se tu suggerisci un periodo di stop più lungo io... eseguo!

      Elimina
  4. Alla fine cos'hai deciso? Hai corso o ti sei riposato? Come va oggi?

    RispondiElimina
  5. Mi sono riposato, anche perchè qua piove da ieri pomeriggio :-), ma se smette per l'ora di pranzo (cosa molto improbabile) provo a farmi mezz'ora. Secondo te faccio bene o riposo ancora qualche giorno?
    Non ho nessun dolore o fastidio già da sabato mattina, anche salendo e scendendo le scale o facendo dei brevi scatti (nei corridoi qua lavoro ;-p) non sento niente.

    RispondiElimina
  6. io proverei oggi, ma non smette di piovere!
    Domani dovrei provare io, speriamo che almeno piova di meno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, piove ancora :-( mi sa che tutta la settimana se ne va così...

      Elimina
  7. Io mi farei vedere da un medico! La pioggia invece l'apprezzo quando corro, meno il vento, ma la pioggia è sempre stata benevolmente accettata :-))

    RispondiElimina
  8. Il vento è peggio della pioggia; se sto preparando qualcosa corro con la pioggia, però sinceramente non posso dire che mi diverta... e siccome in questi giorni sono in "infortunio" preferisco evitare di prendermi la pioggia inutilmente ;-).
    Cmq questa mattina 7 km in 31 minuti, al ritmo del mio medio, e nessun problema/fastidio!!!

    ps: infortunio dalla corsa non dal lavoro, eh!

    RispondiElimina
  9. Beh me la sono tirata da solo: dopo un paio di ore dal messaggio precedente ero a casa con 39° di febbre...

    RispondiElimina